Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Our Year in Italy’

foto fatta da Carol Sansone

Negli Stati Uniti non si vedono spesso i giornali o le riviste italiane nelle librerie o nelle biblioteche. Dunque l’anno scorso quando ho scoperto che sarebbe possibile ordinare la rivista “Elle Italia” tramite Amazon.com l’ho detto a mio marito che non mi dispiacerebbe riceverne un abbonamento a Natale. Che gioia quando lui infatti, me l’ha regalato! Ha scritto una cartolina carina in cui ha spiegato che mi regalava la lingua italiana e l’ha inclusa con la conferma dell’ordine. Non vedevo l’ora di ricevere la prima edizione nella posta. Però per quasi sei mesi dopo, ero un pochino disperata, mentre aspettavo l’arrivo della prima rivista direttamente dall’Italia. Ma l’attesa ne vale la pena ! Caspita! Che tomo! La prima rivista era enorme con pagine e pagine piene della moda e sembra che ogni edizione seguente della rivista sia più grande e più pesante della prima.

Secondo mio figlio, che ha dodici anni, queste bibbie delle moda, che parlano dell’alta società, delle case di moda, gli stilisti e le sfilate a Milano, sono strane come qualcosa pubblicato dai Marziani. Mi chiede sempre: “Mamma perché stai leggendo quella rivista in cui tutte le donne si vestono in modi così brutti e strani? In qualche senso ha ragione. Da un lato, mi piace leggere gli articoli in italiano e sfogliare le pagine per vedere le fotomodelle snelle (in qualche caso veramente magre!), eccentriche e stravaganti. Posso apprezzare le immagini nel senso che sono artistiche e avantgarde, nonostante le fotomodelle mettano abiti che non avrò mai il minimo desiderio d’indossare. Però dopo un po’, mi stufa di guardare tutte queste femmine nei panni adatti solo per la passerella.

Alla fine, trovo che la moda che mi piace di più, è la moda che  io vedo nel quotidiano delle donne normali, che posso incontrare al lavoro, al supermercato o alla scuola. Negli stati uniti si può vedere uno stile di vestire rilassato, comodo e informale. Secondo me, non c’è niente molto di spettacolare da vedere qui. Però per vedere le vere dive della moda attuale, devi andare in Italia! Le donne là, che si vedono per caso lungo i viali e nelle piazze in quasi ogni città italiana, sanno perfettamente come di vestirsi.

Ci sono le donne vere…e poi ci sono le fotomodelle di Elle

Sulla sinistra una donna italiana : sulla destra una fotomodella di Elle

Sulla sinistra una donna italiana : sulla destra una fotomodella di Elle

Sulla sinistra una donna italiana : sulla destra una fotomodella di Elle

Gli Italiani sanno come  prelevare gli stili dalle riviste e renderli indossabili! Dallo stile degli occhiali, fino alla punta dei piedi, le donne istintivamente sanno come di mettere insieme i completi giusti con gli accessori che ne fanno complimento. C’è una grazia naturale e un’eleganza innata e non è importante se loro si vestono in blu jeans o in un abito di sera. Come Ives Saint Laurent diceva: vestirsi è un modo della vita (dressing is a way of life) e gli italiani abbracciano forte quest’idea è la fanno una parte integrale della loro vita.

Si può trovare la moda dietro ogni angolo in Italia. Ecco alcune foto fatte dalla mia amica Carol, che sta passando un anno in Italia a Soriano nel Cimino vicino a Roma. (Vedi il suo blog Our Year in Italy) Per caso lei ha incontrato un gruppo degli ospiti di un matrimonio lungo la strada e ha scattato queste immagini  delle scarpe delle donne. Quando le ho viste ero incantata, perché, oltre a imparare l’italiano sono molto appassionata di scarpe! Puoi riconoscenere le  turiste americane dalle vere italiane…le italiane  sono quelle che mettono le scarpe fantastiche e hanno le borsette carine!

foto fatta da Carol Sansone

Mi piacciono tute le mode delle scarpe, dagli stivali di pelle e le scarpe ballerine di seta alle scarpe con tacchi a grattacielo!

foto fatta da Carol Sansone

Chissà come le donne riescono a camminare sui ciottoli. Sembra un po’ strano che invece di queste confezioni deliziose, gli italiani non hanno inventato le scarpe costruite per la portablitià. Per esempio, qualcosa con una suola piatta e dura fatta di cuoio pesante per salire sui gradini dei villaggi costruiti sulle colline! Ma invece no! Le scarpe per la maggiore parte, sono sempre con tacchi alti, fatte di stoffa di colorata o di morbida pelle scamosciata con sottili cinturini e piccole fibbie delicati. Gli italiani continuano a mostrare di scegliere l’eleganza in sprezzo alla disastrosa percorribilità delle strade! È una parte del carattere nazionale!

Annunci

Read Full Post »