Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘italian poetry/poesia’ Category

Imparare una lingua straniera non e’ per le persone con i cuori deboli o con l’autostima bassa. Prima di tutto si deve trascorrere ore imparando nuove parole. Poi si avanza ad imparare grammatica e tutte le maledette preposizioni. Poi si deve provare a suonare come una madrelingua e si deve imitare l’accento. L’ultimo obiettivo…mettere tutto questo pasticcio insieme ed aprire la bocca e parlare ad alta voce per farsi capire. Che incubo!

Sembra che io non sia l’unica persona che ha momenti di delusione mentre sta imparando l’italiano. Ero un po’ giu’ l’altro giorno e mi stavo lamentando della mia abilita’ di mettere due parole insieme, senza suonare come un’americana. Poi ho letto dei problemi Dustin Hoffman (vincitore d’Oscar) aveva quando lui ha cercato di imparare un poema di Giacomo Leopardi, in italiano, per una promozione della regione Marche. Dopo aver visto Hoffman lottando con la lingua, mi sentivo un po’ meglio. Allora! Su! Avanti con l’italiano!

Ecco il video.


Il poema:

“L’Infinito” di Giacomo Leopardi
Sempre caro mi fu quest’ermo colle e questa siepe
che da tanta parte dell’ultimo orizzonte il guardo esclude.
Ma sedendo e mirando, interminati spazi di là da quella,
e sovrumani silenzi, e profondissima quïete
io nel pensier mi fingo; ove per poco il cor non si spaura.

E come il vento odo stormir tra queste piante,
io quello infinito silenzio a questa voce vo comparando:
e mi sovvien l’eterno, e le morte stagioni
e la presente e viva, e il suon di lei:
Così tra questa immensità s’annega il pensier mio:
e il naufragar m’è dolce in questo mare.

Ok. E’ l’ora per esercitare! Ecco il testo del poema, e ecco il mio tentativo.

Ok. Un altro brano che ho letto da una pagina di “Italia Donna”.

La vita quotidiana durante il Rinascimento: Abbigliamento femminile
Il fatto che nel Rinascimento le donne iniziarono ad acquisire una posizione sociale più importante, si manifestò anche nell’abbigliamento, che iniziò a differenziarsi maggiormente da quello maschile. Per questo periodo, si può parlare di una vera e propria rivoluzione estetica; le donne acquistarono un linguaggio espressivo del tutto nuovo, che si manifestò nell’abbigliamento, nella cura del corpo e nel comportamento.

Tra la fine del Medioevo e l’inizio dell’età moderna, i canoni della bellezza femminile cambiarono radicalmente. Se prima del Rinascimento l’ideale del corpo femminile era stato quello della donna pallida, magra e con il seno piccolo, con l’aumento del divario economico tra classi ricche e classi povere, le dame a manifestarono la propria superiorità di status, anche attraverso il loro fisico. Si passò quindi ad un’ideale di donna grassoccia, con i fianchi larghi ed il seno procace, che si distinguesse nettamente dalle emaciate e denutrite donne delle classi subalterne. Questo cambiamento fu dovuto anche ad un miglioramento delle abitudini alimentari dei ricchi.

REFERIMENTO UTILE/LANGUAGE LEARNING TIP: Leggi un brano di testo ad alta voce per praticare i suoni italiani e l’accento italiano. Read passages in italian out loud to practice Italian sounds and accent.

Annunci

Read Full Post »