Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘italian current event/eventi attuali’ Category

Stasera al Quirinale a Roma Berlusconi si è dimesso. Il riassunto degli eventi dal Sole 24 Ore:

Silvio Berlusconi si è dimesso: il passo indietro giunge alle 21.41 senza strappi rispetto a un copione ampiamente previsto. Con un’unica eccezione: una folla crescente che si raduna attorno ai luoghi simbolo della crisi, da Montecitorio al Quirinale, il teatro dell’epilogo del governo. E qui l’attesa per l’addio del premier è scandita dall’esecuzione dell’Hallelujah di Handel improvvisata da un gruppo di musicisti, mentre tricolori e bandiere europee punteggiano la folla. Così come cartelli beffardi, lanci di monetine e cori di chi grida «buffone, buffone» o intona l’inno di Mameli, accolgono l’arrivo del Cavaliere al Quirinale. Gli stessi cori che ne accompagnano l’uscita, un’ora dopo, da un accesso secondario prima della festa di piazza.

Ho seguito gli eventi su Twitter. La delusione, la frustrazione e la collera degli italiani sono stati palpabili. Quando è arrivato il momento in cui abbiamo saputo che si è veramente dismesso, i tweet sono diventati euforici. Ora i tweet sono pieni di speranza. Ecco alcuni tweet dalla categoria #maipiù – never again!

Sembra quasi di sentire un gigantesco “Oooooooo” che sale da tutta l’Italia, come prima del calcio di rigore
– Giorgio Gori

cin cin!!! si brinda!!!
– mysticarossella

“Buffone, buffone”, l’arrivo di Berlusconi al Quirinale
– Repubblica Tv

Disinstallazione Berlusconi ██████████████████ 100% Processo  #maipiù
videoitaliano

Seems like Berlusconi is going to resign tonight. I’ve been waiting for this day since I was in high school #maipiù
– Liviacolare

Mr. B. not in my name, and never more #maipiù
– Francesca_Me

Questo è il più grande spettacolo dopo il Big Bang #maipiù
– _arianna

Le donne trattate come bambole gonfiabili #maipiù
– insopportabile

#maipiù giovani esclusi da politica e lavoro
– DarioSaut

#maipiù puttane e puttanieri, ministre nel tunnel dell’incompetenza e mafiosi a legiferare
– ariannachieli

Legge bavaglio #maipiù
– bastacasta

#maipiù vergognarsi del proprio Premier
– Galatweet

#maipiù un paese che festeggia le dimissioni del suo Presidente del Consiglio
– ilmiomondonuovo

Annunci

Read Full Post »

La settimana scorsa c’era un disastro nelle cinque terre. Frane e inondazioni hanno devastato i villaggi di pescatori situati sulle roccie della costa di Liguria. Per alcuni giorni il sole è uscito e la pulizia è stata iniziata. Però la pioggia non era finita. Questa settimana il cielo aperto di nuovo e un altro diluvio cadde sulla città di Genova, situata un po’ nord delle cinque terre causando inondazioni e nuove devastazioni. Non ci sono le parole per descrivere questa nuova tragedia. Sufficiente vedere le foto e i video. Sembra che la storia stia ripetendo non solo gli eventi della settimana precedenti, ma anche un’altro disastro a Firenze negli anni sessanta. Quarant anni fa proprio questo mese a Firenze l’Arno inondato le sue rive devastando la città e la sua arte.

Se volete contribuire qualcosa per aiutare le vittime delle inondazioni in Liguria e a Genova vi suggerisco di contattare il Croce Rossa Italiana. È possibile pagare con una carta di credito. Sul sito sotto “Donation Cause” usate il “drop down menu” per scegliere EMERGENCY TUSCANY AND LIGURIA. Se abitate in Italia e ha un cellulare è possibile donare 2 euro mandando un messaggio al numero: 45500.
ENGLISH VERSION




Read Full Post »

ENGLISH VERSION: Ho appena trascorso quattro bei giorni a New York! È stata un’esperienza incredibile! Sono andata con un’amica per godere la città in autunno, vedere due spettacoli su Broadway e per incontrare alcune amiche in persona per la prima volta che conosciamo solo attraverso Facebook. Non ho neanche pensato a cambiare idea di andare al Grande Mele dopo aver saputo che la mia amica si è slogata la sua caviglia o neanche quando ho saputo che il giorno prima della nostra partenza New York ha ricevuto un piede di neve! Questi sono solo ostacoli che riesco a affrontare con grinta e determinazione, e sì forse con un pizzico di umorismo… e certamente un po’ di stupidità! Ad ogni modo tutto è andato meglio
delle nostre aspettative. Davvero! Quando siamo arrivate a New York la neve era sciolta, il tempo faceva bello e la mia amica si è cavata abbastanza bene con le stampelle. Essendo un’amica in gamba, e l’unica che poteva usare entrambe gambe, ho portato tutti i bagagli, ho facilitato il check-in all’aeroporto e ho inseguito i taxi senza tregua come un vero e proprio New Yorker. Alla fine ne è valsa la pene perché abbiamo avuto un’avventure indimenticabile! In solo pochi giorni abbiamo visto tanto: Times Square con tutte le luci brillianti, il panorama dalla cima del Empire State Building, la ricostruzione al Ground Zero (dove le torri caddero su 911), il museo di cera di Madame Tussaud, il parco di Battery, l’isola di Ellis, la Statua di Libertà e gli spettacoli su Broadway. Abbiamo fatto nuove amicizie e ci siamo divertite un mondo.

La gente di New York è ospitale e tutti che abbiamo incontrato… dai tassisti, portieri, camerieri, operai, attori, gente d’affari ai cittadini di New York… erano molto gentili e ci hanno accolto calorosamente. Ho trovato l’anima vivace della New Yorkesi così coinvolgente come i loro accenti sono forti! Ora conosco un po’ meglio New York City. È una città che vibra con attività ed energia; una città strapiena di diversità, talento e stile; una città multiculturale, che attira persone da ogni angolo del mondo alla sua giungla di cemento. Per me personalmente è stato bello sentire tante lingue ovunque sia andata, comunque non più della lingua Italiana. Sono sempre all’erta per sentire o parlare l’Italiano, dunque mi è piaciuto chiacchiere con un gruppo dei ragazzi italiani sulla cima del empire state building, scherzare con i camerieri ai ristoranti italiani che abbiamo frequentato e sentire due uomini Italiani esclamano: “che meraviglia” nel lobby dopo lo spettacolo di “Wicked” su Broadway.

Ho fatto un morso del Grande Mele e l’ho trovato delizioso. Non vedo l’ora di ritornare presto!

New York, giungla di cemento in cui sono fatti i sogni
Non c’è niente non si può fare
Ora siete a New York
Queste strade vi farà sentire nuovo di zecca
Grandi luci vi ispira
(Empire State of Mind – Jay-Z)

Vista dalla cima del Empire State Building

Read Full Post »

I titoli dei giornali sono difficili da leggere: “Chiusa l’autostrada, ferrovie bloccate – Alluvione quattro morti, sei dispersi, centinaia fuori di casa” ma le immagini sono ancora più angoscianti da vedere. Un piccolo paradiso è divento un inferno.

Le Cinque Terre sono visitate da migliaia di turisti ogni anno. Sono luoghi molto suggestivi sospesi tra cielo e mare, ma hanno un ecosistema molto fragile. Questo non è mai stato più evidente da quando l’equilibrio delicato della zona è stato rovesciato questa settimana. Martedì mattina, il 25 Ottobre, è cominciato a piovere in Liguria. Dopo un’estate calda e a secca la terra non era pronta per ricevere un’inondazione d’acqua che continuava per ore. Nel primo pomeriggio, l’acqua scorreva lungo le strade dei villaggi e da prima serata, la maggior parte di questi villaggi erano stati devastati da un fiume d’acqua e fango che ha trascinato verso il mare tutto ciò che trovava sul suo cammino. Ora i borghi di Manarola, Vernazza, Rio Maggiore, Corniglia e Monterosso sono inaccessibili da treno; la ferrovia si è stata bloccata dal fango e macerie. Le inondazioni, ha raggiunto più di 6 piedi e ha riempito i piani terra dei vecchi edifici, alcuni costruiti nei secoli XIII e XIV. Le aziende, le chiese, i magazzini e le cantine sono totalmente in rovina. La gente delle cinque terre è senza gas, elettricità, acqua corrente e gli servizi telefonico non funziono.

Il sole sorge ancora sopre le cinque terre e hanno cominciato la pulizia delle case, piazze, le strade e i binari. C’è una nuova determinazione per mettere in ordine tutto quello che è stato rovinato. Questa tragedia mi fa ricordare di un altro alluvione che ha distrutto Firenze negli anni sessanta. Il coraggio con cui gli italiani affrontano questi tipi di disastri è stupefacente. Sono anche incredibili gli sforzi dagli stranieri che vengono d’ogni angolo del mondo per aiutare l’italia. Come a Firenze, immagino che ci saranno angeli del fango che aiutano le cinque terre. Per ora almeno, i turisti dovrebbero stare lontano delle cinque terre per non interferire con le operazioni di pulizia. Sono sicura che con molto lavoro, lo splendore delle Cinque Terre tornerà. Se volete aiutare le cinque terre vedete le informazioni in fondo alla pagina che ho ricevuto dalla pagina di Kate Little che abita un po’ più sud della cinque terre in Liguria.

Versione Inglese/English Version 

IF YOU LIVE IN ITALY-
– È possibile inviare un SMS al numero 45500 per donare 2 euro per le persone colpite dalle inondazioni in Vernazza e Monterosso.
(YOU CAN SEND AN SMS TO THE NUMBER 45500 to donate 2 euro to those affected by the floods in Vernazza and Monterosso.)

– Si può anche donare per ricostruire la scuola elementare e media di Monterosso, donando a questo conto corrente bancario (You can also donate to reconstruct the elementary and middle school of Monterosso by donating to this bank account – CODICE IBAN IT 07 U 02008 09432 000101739561)

– You can donate through the San Paolo bank – IBAN IT 80 O 03069 05061 100000000567 «Un aiuto subito. Alluvione Levante ligure e Lunigiana» presso Banca Intesa Sanpaolo, filiale di Roma, viale Lina Cavalieri 236

– Or through the account that the Genoese newspaper ‘Il Secolo XIX’ has set up – IBAN IT11 Y061 7501 4000 0000 3452 080, specificando come causale “alluvione Spezia”. Il conto corrente è intestato a Società Edizioni e Pubblicazioni (S.E.P.) Spa.

Ci sono punti di raccolta per alimenti non deperibili, articoli da toeletta, strumenti di lavoro come picconi, pale, carriole, guanti e stivali di gomma, prodotti per bambini, batterie, torce elettriche, vestiti caldi, coperte, ecc, costituita a La Spezia, Santo Stefano Magra, Levanto e nel Golfo di Poeti.
(There are collection points for non-perishable foods, toiletries, work tools such as picks, shovels, wheelbarrows, rubber boots and gloves, baby supplies, batteries, flashlights, warm clothes, blankets, etc., set up in La Spezia, Santo Stefano Magra, Levanto and in the Golfo di Poeti.)

IF YOU LIVE OUTSIDE OF ITALY AND WOULD LIKE TO DONATE-
-The town of Monterosso has set up an account:
MUNICIPALITY OF MONTEROSSO:
IBAN: IT64W0603049870000046275829
HEADING: “Un aiuto per Monterosso e Vernazza”
CAUSAL: “Alluvionati 5 Terre”

-IL SECOLO XIX AND BANCA CARIGE
IBAN: IT11 Y061 7501 4000 0000 3452 080
BIC: CRGEITGG040
CIN: Y
CAB: 01400
HEADING: Società Edizioni e Pubblicazioni (S.E.P.) Spa
CAUSAL: “Alluvione Spezia”

Read Full Post »

L’ora delle streghe si avvicina. Fra poco sarà Halloween, la notte in cui strane cose succedono; le tombe aprono e le mummie scappano; i pipistrelli svolazzano intorno al castello e compaiano come vampiri nelle ombre della camera da letto di una fanciulla bionda; gli scienziati matti trasformano i cadaveri ai morti che camminano; i marziani scendono giù per prendere controllo del mondo! (inserite una risata molto cattiva qui) mmmmmaahahahahhahahaha! Sì! Il sole sta tramontando e il
male sta sorgendo! Dobbiamo prendere cura di noi stessi se vogliamo evitare la maledizione di (inserite il nome del mostro preferito qui)!

Il mondo del brivido e del mistero ha il suo fascino. Ci piace sentire le pelle d’oca e le sensazioni di formicolio della colonna vertebrale. I nostri cuori battono sempre più veloce quando incontriamo qualcosa di sconosciuto, spaventoso è paranormale. Che emozione lasciare la vita banale indietro e tuffarsi nel mondo d’orrore. Ha senso che ci piace qualcosa che fa senso!

(Attenzione: c’è una differenze tra “ha senso” e “fa senso“. “Fare senso” si riferisce tipicamente alla sensazione sgradevole che si prova guardando qualcosa che più che fare schifo, turba, mette a disagio, ed è veramente sgradevole. Ti dà una sensazione di lieve malessere fisico. “Avere senso” si riferisce a qualcosa che ti quadra, o ha ragione. Per madrelingua inglese queste frasi ci danno un po’ di fastidio perché in inglese si dice: “this makes sense“, e usiamo il verbo “fare“, ma in Italiano usiamo invece  il verbo “avere“!)

In anticipazione della festa di Halloween sto leggendo un romanzo giallo di Agatha Christie – “Dieci piccoli indiani” che ho comprato alla Feltrinelli a Roma l’estate scorsa. Da giovane ragazza questo libro mi faceva venire i brividi! In Italiani i libri polizieschi, misteri e orrori sono chiamati – gialli. Perché “giallo”, mi domandate
quando questo colore è fresco, estivo e generalmente associato all’allegria e alla luce del giorno? Ecco perché. Nel marzo 1929, visto il grande successo del genere poliziesco all’estero, l’editore Arnoldo Mondadori e il suo collaboratore Lorenzo Montano decidono di avviare anche in Italian una collana, I libri di misteri. Poiché ogni collana della Mondadori ha un colore identificativo, per la copertina si sceglie appunto il giallo e al centro si pone un cerchio rosso in cui si illustra il momento saliente della tramma. (Incontro Italiano #39 Giallo All’Itlaiano)

Dovreste rispolverare i vostri gialli e film d’orrore per mettervi nel umore giusto per festeggiare Halloween! Ho messo insieme anche alcuni figatissimi film clip per guardare in Italiano. Oltre a brividere mi piace ridere, dunque ci sono alcune parodie di quest’opera di terrore! Buon divertimento e buon halloween a tutti….mmmmmaahahahahhahahaha!

Per la VERSIONE INGLESE

Frankenstein Junior di Mel Brooks (Young Frankenstein in inglese)

Dracula

Mummia

Cena con delitto

Mars Attacks

Read Full Post »

Oggi un giorno come qualsiasi. O forse no. Mi sono alzata presto questo sabato mattino per andare a ancora un’altra partita di calcio di mio figlio. I ragazzi hanno giocato abbastanza bene e questa volta c’era un piccolo miglioramento…la partita è finita in parità. Fin d’ora la squadra non ha vinto una partita dunque meglio di perdere dico io! Poi sono ritornata a casa dove ho saputo la notizia che a Roma una manifestazione di migliai “indignati” è stata rovinata da un gruppo di poche centinaia di teppisti violenti che hanno devastato vaste zone della città. Il danno è grave e le immagine sono incredibili da vedere , e non è necessario ricordare la ricchezza del patrimonio artistico oggi a rischio. Inoltre c’erano vetrine in frantumi e auto incendiate; le persone con il sangue sui loro volti; feriti e lacrimogeni a piazza Venezia; polizia con caschi e scudi e le visiere per la protezione contro la folla; fumo nero che si eleva al di sopra le cupole di Roma.

Difficile far quadrare la calma esistenza di una mamma di calcio con la violenza che sta succedendo dall’altra parte del mondo…especialmente questa nuova violenza a Roma. Cerco di capire bene la situazione. Leggo i giornali, controllo i commenti su Twitter, scambio messaggi con gli amici che abitano in Italia. Il giorno continua per me. E come ogni sabato faccio le commissioni, lavoro al computer, vado in palestra, aiuto mio figlio con il compito, porto il cane fuori… faccio gli stessi cose che faccio di solito, come se fosse un giorno normale. Ma non lo è.

Read Full Post »

Ero a una partita di calcio di mio figlio quando ho sentito la notizia che Steve Jobs è morto. Pensavo di guardare il mio iphone per un breve momento alla fine del primo tempo per divertirmi con Twitter. È invece ho letto della scomparsa di Steve Jobs sulla Repubblica. Immagino che molto del mondo ha saputo questa notizia da un apparecchio che Jobs se stesso ha designato. La mia reazione alla notizia? Un dolore sincero. Le lacrime sono venute e sembrava che avesse perso qualcuno importante nella mia vita. Infatti lo era. Era un visionario che ha fatto una rivoluzione di nuove tecnologie che hanno cambiato il mondo. Ci sono poche persone che hanno toccato una generazione cosi profondamente. Per me personalmente, Jobs ha reso possibile quello che io faccio. Mi ha dato gli strumenti per creare bei designi e bella tipografia con un Mac da un ufficio a casa con clienti dappertutto gli stati uniti.

La vita è troppo breve, ma vivere per cinquantasei anni soltanto non è abbastanza. Grazie infinite, Steve per la tua energia, ispirazione e passione per eccellenza. Scrivo questo messaggio usando il mio Mac portatile. Sei stato un visionario, un genio che ha reso questo mondo migliore e sempre più incredibile.

Come diceva lui:

La tua vita è limitata, quindi non sprecarlo vivere la vita di qualcun’altro”.

e questa frase che mi piace molto:

Il coraggio non sempre ruggito. A volte il coraggio è la voce silenziosa alla fine della giornata dicendo: “proverò di nuovo domani”.

Il discorso Steve Jobs ha fatto alcuni anni fa a Stanford University con sottotitoli in Italiano:

Read Full Post »

Older Posts »